GIORDANIA

Petra e Wadi Rum

Giorni / Notti

Iscriviti e blocca il tuo posto

Highlights

Paesaggi scenografici

Immortala in foto la bellezza del viaggio

Paesaggi scenografici

La città rosa di Petra

Una delle sette Meraviglie del Mondo moderno

La città rosa di Petra

Wadi Rum

Jeep safari nel deserto

Wadi Rum

Itinerario

Partiremo con volo low cost dall’Italia alla volta di Amman. Arrivati in Giordania saremo accolti ad assistiti dai nostri assistenti in loco e subito dopo partiremo alla volta di Petra. Di strada fare una sosta a Madaba meglio conosciuta per la "Mappa di Madaba", una rappresentazione a mosaico del VI secolo di Gerusalemme e molte parti della Terra Santa. Questo è il mosaico più famoso è importante, riveste il pavimento della Chiesa di San Giorgio ma ci sono molti altri mosaici che tappezzano diverse parti della città, molti dei quali sono addirittura completi e conservano ancora i loro vividi colori. Per quanto siano splendidi, i mosaici non sono l'unica ragione per cui vale la pena di visitare Madaba. Questa cittadina di circa 80.000 abitanti offre un interessante mix culturale. Un terzo della popolazione è di religione cristiana e due terzi sono musulmani, questo la rende una delle più grandi comunità cristiane della Giordania e rappresenta da sempre un caso esemplare di tolleranza religiosa. Dopo la proseguiremo fino a Petra e ci sistemeremo in hotel. Cena libera e pernottamento.

Dopo la colazione dedicheremo l’intera giornata alla visita della capitale dei Nabatei, probabilmente la città antica più scenografica del mondo, stupefacente città scavata nella roccia. Attraverso il “siq”, una stretta gola delimitata da altissime rupi, si giunge al celeberrimo “Tesoro”. In mattinata visita dei principali monumenti del sito: il Monastero, il teatro romano, le tombe e gli altari sacrificali. Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Dichiarata una delle sette meraviglie del mondo moderno. Petra, la città rosa, scolpita nella roccia, è uno dei luoghi più magici che esistano al mondo. E pensare che fu scoperta solo piuttosto di recente. Il complesso archeologico, infatti, fu rivelato al mondo occidentale dall’esploratore svizzero Johann Ludwig Burckhardt nel 1812, esattamente due secoli fa. Nell’antichità era una città edomita, poi divenne capitale dei Nabatei. Verso l’VIII secolo fu abbandonata e, benché le sue antiche cavità abbiano ospitato i beduini per secoli, fu praticamente dimenticata fino all’età contemporanea. Le leggende intorno alla città di Petra sono infinite. Secondo gli archeologi sotto l’attuale città, coperta dalla sabbia del deserto, ne esiste un’altra altrettanto maestosa, ancora da scoprire. Il pomeriggio è libero all’interno del sito per approfondimenti individuali. Cena libera e pernottamento a Petra.

Dopo la colazione partiremo lungo la strada che porta ad Aqaba, addentrandoci in un paesaggio lunare e suggestivo, una vasta distesa di sabbia e rocce dalle quali spuntano, di tanto in tanto, delle basse colline rocciose, come resti di antichi titani sferzati dal vento e arsi dal sole che si sono sgretolati lasciando alla luce le loro anime graffiate e arrotondate. Si tratta del Wadi Rum, uno dei deserti più suggestivi della Giordania, a circa 100 Km da Petra, un tripudio di sfumature che vanno dal giallo al rosso, un connubio cromatico che riempie gli occhi mentre l’emozione della jeep che sfreccia nel deserto trasmette adrenalina e carica energetica. A seguire arriveremo nel Desert Camp dove saremo ospiti per la notte, un campo tendato ai piedi di alcune piccole alture rocciose, monti erosi e smussati che sembrano spesso essere fatti di roccia fusa, lo scenario è spettacolare. Passare la notte in una simile location è un’emozione grandiosa, osservare il cielo stellato lontano dalle luci cittadine e passare qualche ora in compagnia degli amici davanti a un falò. Cena e pernottamento nel Desert.

Dopo colazione partiremo per la visita del castello di Shobak, conosciuto come "Krak di Montreal". Costruito dai crociati nel 1115, la prima fortezza della Transgiordania. Una scalinata rupestre di 365 gradini ci porterà alla riserva d'acqua del castello, che permise ai cavalieri di resistere per diciotto mesi a Saladino. Proseguiremo poi fino alla capitale, dove trascorreremo l’ultima notte e potremo fare un giro in centro per cena. Cena libera e pernottamento.

Colazione presto al mattino e partenza per l’aeroporto internazionale di Amman in tempo utile per il disbrigo delle formalità doganali. L’orario di partenza potrebbe subire delle variazioni, sarà il tour leader a comunicare al gruppo gli orari di pick-up per il transfer. Arrivo in Italia. Fine dei servizi.

Route Map

INCLUSO

  • Volo low cost da Bergamo con 2 bag. a mano
  • Mezzo con autista per tutto il viaggio
  • Ingressi
  • Guida in italiano
  • Tutti i pernottamenti con prima colazione in hotel 3 stelle
  • Notte in campo tendato beduino nel Wadi Rum con cena ed escursione di 2 ore in jeep
  • Assistenza di un coordinatore
  • Test PCR pre-rientro
  • Assicurazione medico-bagaglio

ESCLUSO

  • Pasti e bevande non menzionati
  • Assicurazione annullamento
  • Escursioni facoltative
  • Petra by night (USD 25)
  • Mance e facchinaggio
  • Quanto non menzionato

Domande Frequenti

Quali sono gli obblighi generali per l'ingresso in Giordania in relazione alla pandemia?

Per chi viaggia con mezzo aereo verso la Giordania, per ricevere la carta di imbarco è necessaria la registrazione sulla piattaforma https://www.gateway2jordan.gov.jo/form/ (a seguito della quale si riceverà via mail un codice da mostrare al check-in) e compilare e consegnare al banco del check-in un formulario reperibile al seguente link https://www.carc.jo/images/COVID19/Declaration-Form.pdf.
Per chi faccia ingresso in Giordania attraverso i punti di frontiera terrestri, occorre invece registrarsi sul portale https://www.gateway2jordan.gov.jo/landplatform/, salvo che si sia in possesso di un certificato vaccinale rilasciato dal Ministero della Salute giordano.
Sulle piattaforme sarà possibile anche inserire i dettagli di una eventuale vaccinazione effettuata che esenta dal tampone PCR in arrivo. Sono accettati vaccini effettuati in Arabia Saudita, Oman, Bahrain, Kuwait, Qatar, EAU, Tunisia, Marocco, USA, UK, Paesi dell’Unione Europea (inclusa l’Italia), Turchia, Cina, Corea del Sud, Taiwan, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Malesia, Russia e Canada.
Per i non giordani è richiesta l’assicurazione sanitaria che copra la durata del soggiorno.
Qualsiasi viaggiatore che fornisca informazioni false o scorrette può essere soggetto a una multa fino a un massimo di 10.000 JOD.

Dal 31 agosto al 25 ottobre 2021 (fatta salva la possibilità di adottare provvedimenti diversi in questo lasso di tempo), in base all’Ordinanza 29 luglio 2021 e all’Ordinanza 28 agosto 2021, all’ingresso/rientro in Italia, se nei quattordici (14) giorni precedenti si è soggiornato/transitato in un Paese dell’elenco D, è obbligatorio:

  1. Compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF)  e presentarlo, sul proprio dispositivo mobile o in versione cartacea, al vettore al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli.
  2. Presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia deputato a effettuare i controlli, la certificazione “verde” COVID-19, rilasciata al completamento del ciclo vaccinale ovvero certificazione equipollente, emessa dalle autorità sanitarie competenti a seguito di vaccinazione validata dall’EMA (Agenzia Europea per i Medicinali).
  3. Presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli, un certificato che attesti il risultato negativo di un test molecolare o antigenico, condotto con tampone, effettuato nelle settantadue (72) ore precedenti l’ingresso in Italia, da mostrare a chiunque sia preposto ad effettuare questa verifica. Il termine è ridotto a quarantotto (48) ore per gli ingressi dal Regno Unito.

In caso di mancata presentazione delle certificazioni indicate ai punti 2 e 3, è comunque possibile entrare in Italia ma è fatto obbligo di:

  • Sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) presso l’indirizzo indicato nel dPLF, raggiungibile solo con mezzo privato, per un periodo di cinque (5) giorni.
  • Effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone, al termine dei cinque (5) giorni di isolamento.

Calendario Partenze

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani sempre aggiornato

Iscrizione completata correttamente! Grazie