ISLANDA

Avventura in Islanda

Giorni / Notti

Iscriviti e blocca il tuo posto

Highlights

Relax

Ingresso bagni naturali a Myvatn

Relax

Whale watching

escursione in mare per l'avvistamento delle balene

Whale watching

Escursione in barca

Visita in barca alla laguna glaciale

Escursione in barca

Itinerario

Scarica itinerario

Ritrovo dei partecipanti in aeroporto e imbarco sul volo che ci porterà in Islanda. Arrivati all’aeroporto internazionale di Keflavik, ritiro dell’auto e sistemazione in struttura nei pressi dell’aeroporto. Cena libera e pernottamento.

Dopo colazione partiremo per la visita del Parco Nazionale di Pingvellir, iscritto dal 2004 nella lista del patrimonio Unesco e definito il luogo di nascita della nazione. Proseguiremo verso Borgarfjordur, nella cui provincia visiteremo lo storico sito archeologico di Reykholt, le cascate di Hraunfossar, definite le più belle della nazione perché sembrano quasi nascere dalla lava, e Barnarfoss, "la cascata dei bambini" ed, infine, la sorgente di Deildartunguhver, la piú potente sorgente di acqua calda d‘Europa. Cena libera e pernottamento a Borgarnes.

Dopo colazione percorreremo la strada che ci porterà alle meraviglie della penisola dello Snaefellsnes, ad iniziare dal villaggio di Arnarstapi, dove faremo una passeggiata lungo la costa fino a Hellnar, proseguiremo circumnavigando il parco nazionale di Snaefelljokull, l’unico che termine nel mare. Dopo il vulcano ci troveremo di fronte la montagna più iconica di questa penisola e della nazione intera, cioè Kirkjufell, dalla forma a cono e sfondo di numerose scene del “Il trono di spade”. Cena libera e pernottamento a Stykkisholmur.

Dopo colazione affronteremo la lunga strada che ci porta fino alla seconda città dell’Islanda, cioè Akureyri. Faremo sosta fotografica nell’Hunafjordur per il famoso faraglione a forma di bisonte che si eleva nelle acque a pochi metri dalla costa. Arrivo ad Akureyri nel primo pomeriggio e tempo a disposizione per visita città oppure per una passeggiata a cavallo (non inclusa). Cena libera e pernottamento.

Dopo colazione visiteremo le vicine Godafoss, le cascate degli dei, tra le più scenografiche, per poi proseguire verso Husavik e salpare in mare alla ricerca delle balene e di tutta la fauna marittima che transita in queste acque. Cena libera e pernottamento a Husavik.

Dopo colazione inizieremo una giornata impegnativa, ma piena di meraviglie lungo il Diamond Circle. Prima tappa del percorso sarà il canyon di Asbyrgi, percorrendo la 862 arriveremo sul lato ovest delle Dettifoss, le più imponenti e potenti cascate d’europa. In seguito raggiungeremo l’area del lago Myvatn, dove saliremo sul cratere di Hverfjall, il più scenografico. Tempo permettendo potremo concederci il meritato riposo nei bagni naturali di Myvatn (costo circa 25€, non incluso). Cena libera e pernottamento nei pressi del Lago.

Anche questa giornata inizierà con percorsi dalla bellezza mozzafiato, come i paesaggi dei Dimmuborgir, un labirinto di formazioni laviche posto sulla sponda orientale del lago Mývatn. Prima di ricongiungerci alla Golden Ring, la strada 1 che percorre tutta l’isola, faremo sosta alla grotta di Grjotagja e alle pozze di fango di Hverir. Proseguiremo attraversando una valle desertica ed arida, un territorio quasi lunare. Quasi giunti a destinazione devieremo dalla Ring Road, percorrendo per 14 km la n° 923 fino al parcheggio Studlagil, per poi proseguire a piedi per circa 2 km ed ammirare il fascino dell’omonimo canyon, il più bel paesaggio basaltico dell’Islanda. Cena libera e pernottamento ad Egilsstaddir.

Dopo colazione lasceremo Egilsstaddir e con i mezzi ci avvieremo alla scoperta della regione dei fiordi orientali percorrendo la ring road tra coste frastagliate, mare tempestoso e luoghi bellissimi. Devieremo per il paesino di pescatori di Djupivogur, sede del porto più antico dell’area est dell’isola, per un ristoro. Raggiungeremo la tappa finale di oggi, cioè il villaggio di Hofn, ma proseguiremo oltre fino al grandioso sito della laguna glaciale di Jokulsarlon, attraversandola con gommoni Zodiac per godere da vicino della straordinaria bellezza della natura e del ghiacciaio del Vatnajokull che le da vita. In attesa di imbarcarci potremo visitare la vicina Diamonds beach, la spiaggia dove si raccolgono, come gemme, i frammenti del ghiacciaio trasportati al mare. Rientro ad Hofn, cena libera e pernottamento.

Dopo colazione partiremo per il parco nazionale di Skaftafell, dove percorreremo a piedi uno dei sentieri che conducono alle Svartifoss, le particolari cascate che scorrono da una parete di roccia basaltica. Ci avvicineremo al ghiacciaio di Vatnajokull, il più grande al mondo, escluso i poli, nella sua parte occidentale. Ritornati sulla ring road, dopo circa un’ora devieremo lungo la 206 per ammirare il canyon di Fjadrargljufur, stretto ma scenografico. Proseguiremo per la tappa finale della giornata dove soggiorneremo, cioè Vik, dove passeggeremo sulla famosissima spiaggia nera ed ammireremo la vista dei faraglioni di Reynisdrangar, che si stagliano cupi all’orizzonte sulla spiaggia di Reynisfjara, quasi in posa per le nostre foto. Cena libera e pernottamento.

Dopo colazione, partiremo per la giornata delle cascate. Subito sosta fotografica sulla spiaggia di Solheimasandur, la famosa spiaggia del relitto di un aereo precipitato nel 1973. Proseguiremo con la prima delle cascate della giornata, cioè Skogafoss, il tesoro nascosto dell’Islanda. Proseguiamo e dopo 30 km incontreremo la cascata di Seljalandsfoss, forse una delle più famose, non solo per via della sua bellezza ed altezza (60 metri), ma soprattutto per il fatto che è una delle poche cascate in cui si può con un sentiero attraversarla dietro. Infine, arriveremo a Selfoss, dove, dopo cena, partiremo per il villaggio di Hveragerði e percorreremo il trekking di Reykjadalur, per fare il bagno a mezzanotte, con la luce del sole, nel fiume bollente. Pernottamento.

Dopo colazione affronteremo le attrazioni del Golden Circle, cioè il percorso di circa 300km che dalla capitale raggiunge Strokkur, per la vista dello spettacolo dei geysir, per poi raggiungere le spettacolari cascate Gullfoss, le cascate dorate, forse le più famose d’Islanda. Completa il percorso il parco di Pingvellir, già visto nei primi giorni. Lunga la strada per Strukkor, breve sosta fotografica al cratere vulcanico di Kerid, dove si è formato un laghetto molto pittoresco. Terminiamo la giornata con una visita alla capitale più a nord del mondo. Ultima cena insieme e pernottamento nei pressi di Keflavik.

Trasferimento in aeroporto e consegna del mezzo. Disbrigo delle operazioni di imbarco e volo di rientro in Italia. Fine dei servizi.

Route Map

INCLUSO

  • Volo di linea da Milano/Roma per Keflavik
  • Tasse aeroportuali
  • Hotel di media categoria con colazione. Appartamenti/guest house senza colazione ma con angolo cottura
  • Noleggio minivan 9 posti compresa assicurazione Supercover
  • Assistenza di un coordinatore
  • Area parcheggio parco Pingvellir
  • Avvistamento balene ad Husavik
  • Ingresso bagni naturali a Myvatn
  • Escursione in imbarcazione Zodiac sulla laguna glaciale
  • Assicurazione medico-bagaglio

ESCLUSO

  • Pasti e bevande
  • Cassa comune di € 100
  • Assicurazione annullamento
  • Carburante
  • Passeggiata a cavallo ad Akureyri, € 70 OPZIONALE
  • Bagno serale alla The Beer spa, € 70 OPZIONALE
  • Ingresso bagni termali Geosea di Husavik, € 28 OPZIONALE

Domande Frequenti

Che temperatura troveremo?

Il meteo in Islanda è una delle cose più mutevoli in natura. Le temperatura diurne raggiungono in estate anche i 15 gradi, specie al sud, mentre nella fascia settentrionale scendono di 4-5 gradi. Le notturne tra i 5 ed i 10 gradi. Le piogge sono più abbondanti sul versante sud e sono comunque possibili e frequenti.

Vestirsi a strati e la soluzione più ovvia. Nel veicolo e negli alloggi certamente si gode di una temperatura migliore rispetto all’esterno. Abbigliamento tecnico antivento e traspirante, copricapo e calzature da trekking. Tutto, senza dubbio, impermeabile.

Alcune strutture sono dotate di angolo cottura, quindi potremo acquistare prodotti in loco e procedere in autonomia. In altri casi ci saranno ristoranti o taverne locali.

Largamente utilizzate le carte di credito, nonché le carte di debito e bancomat, anche se i quest’ultimo caso meglio accertarsi che sia del circuito diffuso sull’isola. Contanti sono utilizzabili, con cambio in aeroporto o nelle banche, ma meno diffuso come mezzo di pagamento.

Calendario Partenze

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani sempre aggiornato

Iscrizione completata correttamente! Grazie