NAMIBIA

Safari, Namibia in lodge

Giorni / Notti

Iscriviti e blocca il tuo posto

Highlights

Etosha National Park

Safari in uno dei più grandiosi parchi al mondo

Etosha National Park

Sossusvlei

Le dune più alte del mondo

Sossusvlei

Himba Village

La tribù nomade che si cosparge il corpo di argilla rossa

Himba Village

Itinerario

Scarica itinerario

Ritrovo dei partecipanti in aeroporto e partenza con il volo per la capitale della Namibia. Pasti e pernottamento a bordo.

Dopo l’arrivo in aeroporto a Windhoek un nostro assistente ci attenderà all’uscita e ci trasferiremo al lodge nel deserto del Kalahari. Dopo il check-in, cena e pernottamento nella struttura.

Dopo colazione raggiungeremo Sossusvlei, situato nel Parco Nazionale Namib-Naukluft, famosa per la sua ambientazione tra le iconiche dune rosse del Namib. Alte fino a 400 metri, alcune delle "montagne di sabbia" sono tra le più imponenti del mondo. Al mattino e alla sera le dune prendono vita con incredibili esposizioni di colori che attirano appassionati di fotografia da tutto il mondo. Sossusvlei ospita una varietà di animali selvatici del deserto tra cui orici, antilopi, struzzi e vari rettili. Aperitivo al tramonto sulle dune. Rientro in lodge, cena e pernottamento.

Dopo colazione proseguiremo con le visite nell’area di Sossusvlei. Scaleremo la "Big Daddy", una delle dune più alte di Sossusvlei, faremo sosta alla vicina Deadvlei, un'abbagliante fossa di argilla bianca punteggiata da antichi alberi fossilizzati. La bellezza della Duna 45 e della Elim Dune per poi raggiungere il Sesriem Canyon, una profonda voragine scavata tra le rocce dall'acqua. Si tratta di una meraviglia naturalistica sorprendente della zona, da esplorare a piedi. Le pareti rocciose si innalzano bruscamente su entrambi i lati del canyon, mentre gli uccelli si posano nelle sue falesie e le lucertole sfilano lungo le sporgenze. Il nome del canyon è stato coniato quando i primi coloni lo hanno usato come fonte d'acqua, usando sei lingue di pelle ('ses riem) legate a dei secchi lasciati nell'acqua alla base del canyon. Rientro al lodge, cena e pernottamento.

Dopo colazione ci dirigeremo verso Swakopmund. Lungo il trasferimento sosta a Solitaire, da dove passa il Tropico del Capricorno, per la foto di rito. Swakopmund fu fondata nel 1892 con l'intenzione di costruire un porto, ma emersa dal deserto nel 1907 come una piccola città pulsante di vita. Il mix di influenze namibiane con edifici pittoreschi dell'era coloniale, strade fiancheggiate da palme e passeggiate sul mare, l'atmosfera rilassata delle vacanze e la fresca brezza marina rendono Swakopmund uno dei luoghi più attraenti del paese. Nonostante le acque turchesi dell'Oceano Atlantico alle sue porte e il deserto del Namib come cortile, Swakopmund non è un paradiso tropicale per prendere il sole: difatti il clima moderato lungo la costa è dovuto alla fredda corrente di Benguela, che causa anche le nebbie notturne per le quali la città è famosa e che sostengono la ricchezza della flora e della fauna del deserto vicino alla costa. Swakopmund è diventata la mecca dell'avventura del paese. Il deserto, le dune e l'oceano si prestano a una serie di attività emozionanti: sandboarding, quad, dune karting, pesca sulla spiaggia e pesca d'altura, solo per citane alcuni. Cena libera e pernottamento.

Dopo colazione, partiremo per Sandwich Harbour, a sud di Swakopmund, dove le grandi dune del Kalahari incontrano l’oceano Atlantico. Giornata a disposizione per ulteriori attività diverse da quelle offerte su sabbia e nel mare: possibilità di visitare le gallerie d'arte e acquistare arte e artigianato contemporanei della Namibia; visitare il museo per conoscere la storia di Swakopmund; partecipare a un tour che faccia visita alla comunità di Tessitori della lana di Karakul, tessuta in arazzi e tappeti; ammirare il più grande ammasso di cristalli di quarzo del mondo e altri tesori minerali alla Kristall Galerie. Cena libera e pernottamento.

Dopo colazione partiremo per raggiungere il lodge collocato nell'area di Palmwag. Guideremo lungo la Skeleton Coast prima di giungere a destinazione. La Skeleton Coast è nota per essere particolarmente inospitale e difficile da raggiungere; verso l'interno il deserto si estende per decine di chilometri, e dal mare è difficile avvicinarsi a causa delle forti onde causate dalla corrente del Benguela. Per questi motivi la costa era chiamata "la terra che Dio ha creato con rabbia" dai boscimani, e "le sabbie dell'Inferno" dai portoghesi. Il nome odierno si riferisce agli innumerevoli relitti spiaggiati lungo la costa. Arrivo al lodge in serata, cena e pernottamento.

Dopo colazione nel lodge partiremo per le Epupa Falls, situate nella zona di Kaokoland si trovano vicino al confine con l'Angola. Chiamato dagli Herero per gli spruzzi che crea, Epupa significa acqua che cade. Le cascate sono costituite da una serie di piccole cascate create dal fiume Kunene mentre scende di 60 metri, creando centinaia di piscine naturali che forniscono al popolo Himba e ai visitatori un fantastico luogo di svago. Queste cascate incredibilmente belle creano uno spettacolare contrasto con l'arido deserto e le aspre montagne circostanti. Cena in lodge e pernottamento.

Dopo colazione giornata dedicata alla visita di un tipico villaggio Himba, tribù di pastori nomadi che usano cospargersi il corpo di argilla rossa, sia ad uso cosmetico che antisettico, muovendosi con le loro mandrie in tutta l’area di Kunene. Ritorneremo verso le Epupa Falls dove non vedremo l'ora di scoprire l'ambiente incontaminato, i maestosi baobab e gli alberi di fico selvatico che punteggiano i dintorni. Non perderemo l'opportunità di godere il ​​birdwatching di livello mondiale e avvistare una serie di specie tra cui gruccioni, buceri, martin pescatori, aquile di fiume e aironi. Cena in lodge e pernottamento.

Dopo colazione ci dirigeremo verso Hobatere, all'interno dell'Etosha National Park, anche se l'area e la vegetazione che incontreremo sono molto diverse dalla parte sud-orientale e orientale del parco: qui si trova la zebra di montagna di Hartmann. In questa zona l'esperienza faunistica è molto diversa. La polvere bianca e l'argilla che compongono l'Etosha Pan si trasformano in un terreno bruno-rossastro tanto da far pensare di essere entrato in un parco completamente nuovo quando si affronta l'altro versante dell'Etosha. Cena in lodge e pernottamento.

Dopo colazione lasceremo il lodge per entrare nella regione del Damaraland. Questo vasto paesaggio arido è tra le regioni più belle della Namibia. Indomito, aspro ed eccezionalmente panoramico, presenta pianure aperte, antiche valli, montagne imponenti e spettacolari formazioni rocciose. Oltre a Spitzkoppe e Brandberg c'è Vingerklip, un solitario faraglione di roccia di 35 m di altezza nella valle dell'Ugab a est di Khorixas, l'ex "capitale del Damaraland". Damaraland è famosa per la sua popolazione di rinoceronti neri, elefanti e leoni adattati al deserto, nonché una miriade di altri animali selvatici. Lungo il percorso faremo sosta presso Twyfelfontein, nella regione di Kunene nel nord-ovest della Namibia, una delle più grandi concentrazioni di arte rupestre in Africa e il primo sito patrimonio mondiale della Namibia. Consiste di centinaia di lastre di arenaria ricoperte di incisioni rupestri di animali e ci sono anche alcuni dipinti. L'enorme "galleria d'arte all'aperto" si trova nella valle di Huab, fiancheggiata da montagne di arenaria dalla cima piatta. I petroglifi avevano un significato rituale e servivano anche come mappe, oltre che per scopi educativi e registrazione di eventi. Prevista escursione alla vicina foresta pietrificata, alla Burnt mountain ed alle "organ pipes", un gruppo di colonne basaltiche simili alle canne d'organo. Cena in lodge e pernottamento.

Dopo colazione rientro nell'area dell'Etosha National park, nel centro-nord, famoso in tutto il mondo per la sua abbondanza di fauna selvatica e per le opportunità di avvistamento di animali. Avremo l’opportunità di prendere parte ad un safari dal primo pomeriggio. Cena in lodge e pernottamento.

Dopo colazione giornata intera dedicata al safari. Il parco ospita 114 specie di mammiferi, tra cui elefanti, rinoceronti neri, leoni e altri grandi felini e predatori, giraffe, varie antilopi e zebre, oltre a centinaia di specie di uccelli e rettili. Durante la stagione secca e nei periodi di siccità, gli animali affollano le sorgenti perenni e le pozze d'acqua artificiali che sono mantenute in tutto il parco. Etosha Pan nel cuore della riserva naturale è una vasta depressione poco profonda di 5000 km quadrati che può essere persino vista dallo spazio. L'enorme salina è asciutta per la maggior parte dell'anno e giace scintillante nel caldo, ma dopo le buone piogge si riempie d'acqua e attira decine di uccelli, in particolare fenicotteri dalla lontana laguna di Walvis Bay sulla costa atlantica. I tratti occidentali di Etosha sono abbastanza diversi dalle sue parti sud-orientali e orientali. Anche la caratteristica polvere bianca della padella lascia il posto al terriccio bruno-rossastro. Cena nel lodge e pernottamento.

Dopo colazione, lasceremo il lodge per rientrare nella capitale. Arrivo in aeroporto, disbrigo delle formalità di imbarco e partenza per il volo di rientro in Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

Arrivo in Italia. Fine dei servizi.

Route Map

INCLUSO

  • Volo di linea da Roma/Milano per Windhoek
  • Trasferimenti durante il tour con minivan con aria condizionata
  • Pernottamenti in lodge con trattamento di mezza pensione (*)
  • Solo colazione giorno 5-6-14 (*)
  • Guida parlante italiano
  • Assistenza di un coordinatore
  • Escursioni come da programma
  • Assicurazione medico-bagaglio

ESCLUSO

  • Pasti e bevande non menzionati
  • Assicurazione annullamento
  • Mance e spese personali
  • Quanto non espressamente indicato

Domande Frequenti

In che condizioni viaggeremo?

Occorre un pò di spirito di avventura per affrontare un viaggio in Namibia, nonostante non si tratti di un viaggio in Self Drive ma con autista e assitenza del nostro corrispondente. Le strade sono per la maggior parte sterrate, quindi occorre partire consci e con un pò di volgia di adattarsi.

Un viaggio in Namibia è possibile da marzo a novembre, le piogge sono molto scarse. Tra marzo ed agosto le temperature sono meno torride e specialmente la sera scendono molto, anche a 10 °C, occorre quindi attrezzarsi con un abbigliamento adeguato. Durante le escursioni di giorno gli occhiali da sole sono indispensabili, meglio se avvolgenti.

Calendario Partenze

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani sempre aggiornato

Iscrizione completata correttamente! Grazie